mercoledì 15 settembre 2021

Non me ne intendo di cani



Non ci sono più i cani di una volta. 
Stasera si camminava lungo la strada che porta alla provinciale il Giovanni aveva i suoi due cani Rubinetto e Rosi, dice da guardia, ma secondo me sono da pastasciutta
Arrivati in cima al  pratone ho preso un pezzo di legno e l'ho tirato, ricordavo che una volta I cani si buttavano dietro al bastone per andare a riportarlo. 
Quelli non ci sono neanche mossi non sono certo da riporto continua a pensare che sono da pastasciutta
Rosi porta il nome di una vecchia fiamma che ha abbandonato il Giovanni, Rubinetto perché ogni dove alza zampa. 
Due maremmani candidi dopo lo shampoo settimanale, ma per gli altri giorni piuttosto grigi
Il Giovanni ci si perde sinceramente ne vale la pena, silenziosi non abbaiano quasi mai, girottolano x la Borgata quando trovano il cancello aperto
 Sono un po' anche di compagnia, riescono a prendere un tozzo di pane anche al volo mentre per riportare un bastone non sono proprio fatti





venerdì 10 settembre 2021

Che cielo!!!!

 

grazie Magda x la foto 

Il cielo è strano queste prime notti, tramontato il sole è poco dopo è buio, buio pesto non ha luce non c'è nulla che brilla la su

Sono trascorsi pochi minuti  19:30 la prima luce, Venere a Est e poco dopo a Ovest Marte rosso, come la mezzafalce della luna. 

Rimane ancora nero il cielo e dopo poco altre stelle che brillano mentre i pianeti luccicano di luce riflessa

 L'immagine più toccante e quella falce di luna rossa e quel Marte il pianeta rosso, che prendono tutta la mia fantasia 

Lassù c'è qualcosa dell'uomo

sabato 4 settembre 2021

scrizzima

 



 

Sono bastati due gocce d'acqua e ci siamo ritrovati sotto la tettoia della rimessa. 

Una volta era la stalla di due mucche e qualche capra che davano il latte formaggio alla borgata, adesso è il garage di un modesto motocoltivatore con rimorchio e anche lui serve un po' tutti

Giovanni appoggiato al bastone con la schiena al muro, Marco guardava su verso il cielo girava la testa qua e là descrivendo mezzo cerchio:

 - per me dura poco, e sai ci vorrebbe, la terra ha sete

 - Eccome se ci vorrebbe, ma viene troppo piano, di questo passo dovrebbe durare 3 giorni

Aggiungeva Marco

-      Ce ne vuole di quella bona per veder fumare la terra…

Di lì ha poco uno scroscio più forte e ci siamo spinti a schiena al muro

Silenzio di chi sa.

Meglio star zitti

 

Il sole

giovedì 26 agosto 2021

cosa preferisce signore?

 


Ho già mangiato un piatto di spaghetti 2 di risotto uno di polenta non so cosa mi aspetta di secondo. 

Non so cosa sta cucinando la Robertina di 3 anni che con i suoi cioccini: erbe foglioline e terra sta cucinando di gran lena e vieni da me e mi porge un piattino variopinto: 

 -  mangia è buono 

Così mi tocca giocare come si diceva una volta a coccini, ma forse a mamme e papà. 

Per ultimo sta preparando dei gelati arrotolando del dido' nero intorno ad un  cucchiaio di plastica, penso mi farà un ghiacciolo al catrame visto il colore, farò finta che sia il miglior ghiacciolo del mondo

Per cena pizza. 

lunedì 23 agosto 2021

spunta la luna dal monte



 Mi sono fermato quando battevano le 21

la notte ormai completa e quando sono partito dopocena c'era ancora abbastanza luce  il sentiero offre un pedada tranquilla

Col buio Il bosco ha preso ad animarsi e è sufficiente camminare e posare il piede dove non si fa rumore e l'ora si percepisce la vita 

la vita che non cessa mai gli esserini piccoli come tolini e roditori si muovono in cerca di cibo

Più in là il  rumore come di un calpestio forse capriolo, di un cerbiatto che notato la mia presenza fugge via 

alle 21 mi sono girato indietro e mi sono accorto che civette si davano da fare con stridoli 

È loro momento: i maschi si vogliono far notare per accattivarse le femmine

Può sembrare macabro questo canto ma è un canto d'amore un po' crudo, ma quante volte è stato crudo il nostro di amore?

Torno indietro ma la luna ancora non traspare tra le punte dei faggi, è questione di poco 

A casa mi volgero' verso EST lì sul monte arriverà la signora della notte bella piena

sabato 14 agosto 2021

10 anni

 


Se ne volato via con la speranza, con la disperazione nel cuore x noi col naso all’in su

Atteso con ansia e con il batticuore e tanto dolore tanta convinzione che tutto x il meglio

Non era uno strano gioco, iniziato x gioco e poi il mancato respiro, il cuore che si ferma... 

La corsa, gli sforzi di rianimazione, l’attesa dei soccorso.. 

Il tempo non passa mai poi i rianimatori... 

Vola, vola fai presto

C'è l'ha fatta

Vive

venerdì 6 agosto 2021

Mesto risveglio



Ieri sera nel tardo pomeriggio il gruppo di giovani della tribù dei 

Piedineri ha trovato un cardellino caduto dal nido. 

Raccolto sono corsi in casa,   gioiosi del salvataggio 

Si sono preoccupati del mangiare del bere e iniziata una gara a proporre i cibi più svariati... persino uova al tegamino, i più pensavano a piccoli semi da tritare fine, fine e così ho deciso di dare dei consigli 

Sarebbe utile che questa bestiolina assumesse dei liquidi, schiacciamo un po' di frutta e per l'occasione un popone era lì già avviato, facciamo piccolissimi frammenti molto liquidi 

Con una palettina ho avvicinato al becco il bocconcino, è stata una manovra mirata e decisiva il piccolo che aveva già un nome Gigetto e ha iniziato ad aprire il becco e a ingoiare dei frammenti piccolissimi di popone con tanti liquidi, ha scosso la testa e ha iniziato a cinguettare 

Gioia, gioia

Lo hanno  sistemato in una tinozza coperta di cotone bambagia e trucioli di Scottex. Ultimi bocconcini e il riposto in alto dove la gatta Luna non poteva arrivare. 

Stamani purtroppo si è potuto constatare solo la sua dipartita ed è iniziata la gara a dove volerlo seppellire. 

Qualcuno ha fatto una croce altri hanno preso la zappetta e tanti bastoncini per fare un recinto. Sono andati giù in fondo al giardino e li ha trovato la sepoltura il piccolo Gigetto Chissà che ricordo porteranno questi giovani Piedineri

domenica 1 agosto 2021

Agosto







 Buona Domenica d'agosto qualche goccia qua e là poi uno scroscio poi tutto un piovere ma proprio 40 secondi ora c'è il sole 

Il mio terrazzo ha cambiato colore: i venerdi sono più accesi le ortensie sono più forti come macchie di colore nel verde e le camelie sembrano aver aperto le foglie. 

Falchi che veleggiano nel vento, vele aperte tra il verde della pineta

Quanta sete questa natura? 

tempo di raccolta, mature le more




nel giardino del vicino



lunedì 26 luglio 2021

due chiachere

 

le mie ortensie

Stamani in piazzetta tutto un parlare perché i nuovi arrivati stupiti: non conoscono quello che è ormai normalità

Sappiamo che una volpe oltre il recinto dell'orto di Alfonso viene tutti i giorni tutte le notti a mangiare il pane e pezzi di carne e ossi 

Che la Piera sta a mezz'ore alla finestra a guardare due caprioli che gli brucano le lattughe senza muovere un dito gli  piacciono i caprioli e le lattughe si possono comprare

È una cosa normale che il merlo della Maria vada tutti i giorni a beccargli sulla finestra e che tutti i giorni la Maria cerca di portarlo più dentro casa spostandogli il cibo

Per lei sarebbe  bellissimo pranzare insieme a lui almeno a mezzogiorno. 

Da me è una lotta contro a chi arriva prima con due merli e una ghiandaia che mi vengono a rubare le more appena le vedono nere

È un'estate calda e rovente con nuvole minacciose di passaggio,  speriamo sempre scarichino  pioggia: la natura la vuole e gli incendi stanno alla larga



 

martedì 20 luglio 2021

Un passaparola

 


Una fioritura mozzafiato stanno dando le lavande quest'anno
 Quel colore celeste scuro quasi indaco attira tutti i piccoli volatili che girano nel giardino e nel verde circostante
Attirati dal profumo e passaparola: api, bottondoro, farfalle e addirittura le mosche camuffate da vespe sono corse in gran numero
            salvatetti in fiore
I profumi sono intensi e piacevoli
un bello stare
Gli spighi' tra poco saranno raccolti in mazzetti e posti nei cassetti della biancheria, 
una tradizione che nel tempo si è consolidata.
Vi dirò non è facile fotografare queste farfalle non stanno mai ferme



lunedì 12 luglio 2021

Piove?


 Tutto d'un tratto il cielo si è fatto bigio, un certo magnetismo si è percepito a pelle poi è iniziato a piovere. Una pioggerellina stanca e forse perché incontra questa calura per l'aria e arriva senza forza
begonia in boccio


 Ho visto i fiori di castagno dalla parte di là della strada che si sono irrigiditi e non più penzoloni ma pronti a ricevere quell'energia  Una bella fioritura quest'anno dopo quella dei fori di tiglio. Spettacolo, i castagneti con i loro fiori bianco e oro, erano anni che non erano così violentemente presenti alla nostra visita

 Grazie Madre Natura

Ps i noccioli non tradiscono mai



sabato 3 luglio 2021

Dispiace

 


A mezzogiorno era ancora fresco quando ho lasciato Ponte le Venturina, la Porrettana sono arrivato finalmente a scollinare verso la mia borgata, Aiale. 

La cosa più forte e colpito, il profumo dolce intenso delle fioriture di sambuco e di acacie 

Li avevo lasciati in boccio e non ci speravo più dopo questo inverno così pieno di neve efreddo

I tigli piantati dal trisnonno  Olinto nel 1902 sono giganteschi ma ancora indietro nella fioritura, hanno i boccioli pronti a sbucciare

Nonno Olinto aveva la concessione stradale, era il cantoniere tra la colonna di Mamiano e Montecatini Alto 42 km

Aveva due garzoni e a scappatempo via, via piantava dove poteva alberi a ombreggiare la sua strada 

Oggi nonostante tanti mezzi soffre di manutenzione è un  po' in abbandono.

Dispiace



martedì 22 giugno 2021

Fa caldo

 

Fa un caldo il boia e mi dico  

- bravo bischero di essere andato al mare 

Qui non si muove aria, il cielo per quasi tutto il giorno è invisibile e coperto da ombrellone a striscie 

La sabbia entra dappertutto la togli da una scarpa e la trovi ad un piede, la ritrovi in un sandalo la ritrovi in una ciabatta che uggia

Sto annoiato su una sdraio a guardare scavare una buca e ora a camminare nell'acqua fino al ginocchio scalzo, ... 

domenica 13 giugno 2021

cronca dalla borgata



 

Il nipote ieri pomeriggio ha voluto ricordare offrendo un aperitivo il nonno Giovanni mancato 30 anni fa 

Lo ricordo come fosse ora a sedere sulla seggiolina accanto alla porta d'ingresso di casa 

Ci chiamava e battendoci sulla testa con l’ indice e annusando il dito ci diceva che cosa avevamo mangiato a pranzo

E come ci azzeccava! 

Un vero indovino 

Poi ho saputo che chiedeva alla mia sorella cosa faceva oggi mamma da mangiare e così la sua fama di indovino era caduta in un sorriso affettuoso

Nella vita ci sono anche questi momenti di dolcezza nel ricordare piccole cose



giovedì 3 giugno 2021

stasera sul muretto all'ultimo sole

 


Stasera c'è troppo silenzio sul  terrazzo ne un  trillare di un cardellino ne il cinguettio di un passero ne il canto sconsolato di un merlo

Il rintocco della campana quasi mi scuote

 Quiete assoluta, una leggera brezza smuove le foglie delle piante in vaso 

Davanti a me ho lo sbocciare dei fiori del pitosforo 

Bianchi boccioli profumatissimi nel loro massimo splendore  inondano tutto il terrazzo di un profumo dolciastro 

 Fede mi consigliò queste piante, io  piuttosto incerto poi ho potuto apprezzare il loro verde per tutto l'inverno il loro sbocciare di piccole e tante foglie fino al raddoppiare in pochi giorni del loro volume

 Il bello non viene mai a noia



venerdì 28 maggio 2021

auguri x i tuoi 50 anni

 


Festeggia 50 anni araucaria del mio giardino, quando l'ho presa era alta 12 cm e aveva 7 anni oggi è 12 metri con apertura delle sue grandi fronde pieni di aculei e di 8 metri

Tutti alla larga escluso i cardellini che hanno trovato lì il loro albero che li protegge dove nidificare e dove svolazzare 

Ha fatto una fioritura stupenda quest'anno è sul fiore più alto vola un merlo che  tutte le sere ci allieta con il suo canto

Araucaria è una bellezza ammirarla e sinceramente ringrazio della scelta e di averla messa lì

Adesso chi passa dalla provinciale non può fare a meno di guardarla e chiedersi ma che pianta è?

Non ce sono tante dalla mia parte è rara 

Sono una Aucaria dall'Argentina e  più precisamente dalla Terra del Fuoco



martedì 25 maggio 2021

in attesa

 


 


l gatto è rientrato anche stamani mezzo da strizzare 

Ha smesso di piovere da un po' ma è tutta la valle chiusa in nuvole basse, fa freddo.



 Dove sei andata primavera ?



Non ricordo più le mattine fresche e quei pomeriggi assolati, quella luce che traspare all'alba dalle persiane e illumina tutta la stanza
Non ricordo vicini a sfaccendare nei giardini e negli orti
Fumano i comignoli
Le rondini sono appollaiate sotto le grondaie come il merlo sotto la tamerice in  boccio e in silenzio



 

martedì 18 maggio 2021

anche un sasso



Non dimenticate il giorno dell'Ascensione di guardare il cielo e se venite dalle mie parti non mancate di fare una visita alla Torricella

La croce testimone di un'antica cappella sperduta nel bosco, una devozione paesana che vedeva una processione per l'Ascensione di Nostro Signore, che  portava i compaesani lassù su quel monte.

La rogazione finale: la benedizione delle nostre borgate:

- a peste fame et bellum!

- liberamus domine!

-  a flagello e terremoto!

- liberamus domine

Erano forse le uniche parole che si comprendeva da quel lontano latino

Anche quest'anno siamo tornati lassù non avevamo il berlingozzo come vuole la tradizione, ma tanta devozione per una tradizione ormai cancellata dalla  mente dei miei compaesani

È stato bello toccare quella croce che Andrea ha rifatto 3 anni fa e segnarsi nel nome della fede per ricordare in una modesta preghiera quanti sono venuti fin quassù negli anni passati e nei secoli direi...

Hanno lasciato preghiere, attese e speranze

Non dimenticarti di portare anche te se vieni quassù una pietra a quella croce


giovedì 13 maggio 2021

un giardino nel boscco

 



Il tempo non lo permette piove, ma un’occhiata al castagneto di nonna Lucia è d’obbligo. Una bellezza con le sue azalee centenarie in fiore.
Oggi le azalee si trovano con facilità ma 80-100 fa erano fiori rari e costavano. 



Ricordi di nonno Pietro babbo, di Anna, che al mercato annuale dove si compravano persino i maialini da tirare lui comprava ogni anno una azalea fiorita che una volta sfiorita piantava nel castagneto vicina casa. 



Oggi quelle piante sono gigantesche e ogni anno restituiscono la gioia che anche lui aveva provato. Ogni castagno ha una sentinella fiorita e anche la sassaia che raccoglie i sassi trovati qua e la è piena di fiori.






giovedì 6 maggio 2021

un pomeriggio di sole

 


È piovuto tutta la notte stamani verso le 10 la Joana ha messo fuori la seggiolina con i braccioli è accomodato lì nonno Antonio, il vicino di casa

Inganna la giornata a sedere al sole e guardare chi passa,  poca gente 

Tornando dal paesello vicino mi sono fermato con lo scooter per due chiacchere 


Antonio mi ha guardato e riconosciuto, ero col casco. 

Ha guardato il rosso dello scooter e ha detto:

 - questo va bagnato è nuovo

Ho preso due bicchieri con vino bianco e aperol, so che gli piace e appena visto il colore ha accennato un sorriso

 - Alla salute dello scooter e di chi lo guida 

 e ha tracannato in due sorsi il bicchiere

Speriamo che la Joana non lo venga a sapere, perché non può

A 96 anni cosa vuoi che gli faccia
Grazie di esserci nonno Antonio



sabato 1 maggio 2021

stamani mestolo

 


Stamani in giro per verde  con un po' di sole è bello camminare e guardarsi intorno 

Mi ha sorpreso una natura che si è destata finalmente, di qua e di là ogni dove ciuffi di verde tenero quasi timido è preoccupato per le notti ancora fredde



Il momento delle erbette e oggi la raccolta di ortiche appena germogliate 
ne farò un appetitoso risotto

Guanti e secchio e via, ma non manca di fotografare cespugli di felci ancora in attesa di novi germogli. 

Grazie casaErba per la fioritura dei ciliegi



martedì 27 aprile 2021

silenzio

 



Il grido del falco ha chetato tutto il concerto dei volati del vicinato, ha sorvolato la borgata e si è infrattato nella faggeta appena tinta di verde.
Il merlo sulla quercia infondo all’orto di Ezio che sfida il compare sul noce di sopra.
I tordi sugli abeti a ridosso della faggeta e i fringuelli sul melo del mio orto
I cardellini tutti zitti sopra l’eucaria dove gli unici tra i pruni nidificano.
La capinera no quella canta al calare della sera.
Bello stare a sedere sul muretto con le spalle al muro del lavatoi, di là lo scroscio dell’acqua che schizza persino di fuori tanta è.
Un pomeriggio sospeso tra loziare e il divenire e la voce di Ilario
 - anche oggi hanno pisciato di fuori quelli del meteo, doveva piovere e invece sole e bello.



martedì 20 aprile 2021

L’amico delle amiche

 


Il Giovanni pseudo architetto amico delle amiche di mia moglie si è fatto vivo l’altra mattina
 - Oh Giovanni!
 - Vieni, come ti dicevo ti voglio far vedere la taverna che ha bisogno di una rinfrescata.
Stamani
 - Andrea per qualche giorno non scendere in  taverna stanno lavorando.
Già la sera le telefonate fra le arpie: - si è venuto, e sapessi che
 - te lo avevo detto che è bravo e ha delle belle ideee!?!
 - si sono contenta e pena sa tutto lui.
Non so come andrà a finire, ho l’obbligo di non andare giù,
La sorpresa importante.
Giù un cantiere con un grande  groviglio di mobili accatastati
prometto, per adesso queste foto, poi chi sa quando a lavori terminati le altre foto.




martedì 13 aprile 2021

Zia Esterina

 

eucaria in fiore

Sono rientrato da poco dalla città dopo 6 settimana di rosso.
Sempre più traffico e odoraccio di macchine .
Diverse faccende e poi la visita a zia Esterina.
L’ultima vecchia della mia famiglia.
Tra lei e la nonna Giannina 190 anni se continua a vivere. Giannina 104 la Esterina 86 e va per un anno in più.
Ancora lunghi sprazzi di lucidità me mi riconosce sempre, sa che sono rimasto dove è nata e vissuta.
Basta che gli ricordi quei luoghi e alcuni particolari che gli si accende la luce negli occhi.
Stasera l’aveva con la sorella che gli aveva portato via tutte le foto della loro infanzia, anche se non è vero; la figlia mentre raccontava  scuotendo la testa.
- sai da noi non c’era il fotografo e quando dopo 3 maschi siamo nate noi tre sorelle..
mi sono ghiacciato, non la sapevo questa
-come tre?  Zia!
- si Brigida se ne è andata a 9 anni e non avevamo nemmeno  - - una foto,
 - pensa?
quando morì e si portò al paese vicino per la sepoltura, all’Aiale non avevamo il cimitero, a quei tempi, ma ancora per 4 case non c’è.
- quando arrivammo giù la Brigida fu tolta dalla cassa e messa su una sedia e fotografata.
Ecco perché questa l’ho voluta raccontare e da stasera caccia a quella foto. Il mio cellulare brucerà fino a tardi.

anche le brocche si animano con fantasia


 

giovedì 8 aprile 2021

L'Assuntina

 


È tornato il freddo e la gente della borgata si è chiusa  nuovamente in casa 

passi frettolosi per le viuzze per chi non può farne a meno 

A buttare una brancata di Semola alle galline e tornarsene in casa l’Assuntina col grembiule tirato su con tre uova

Aprire il cancelletto per la Nina la capretta di Adelmo che spesso viene in piazzetta a elemosinare ora un pezzo di schiacciata ora un biscotto

Colpi secchi dell'accetta che spacca i tronchi sui ceppi 

Le donne tornano fuori con lo scialle e fular in capo

  poche voci e spesso a lamentarsi di questo freddo inaspettato


Anche gli alberi si rinnovano di primavera