lunedì 13 dicembre 2021

il ginepro e le occole

 

grazie Franaca

Camminare nella neve è molto bello, ieri era una giornata di sole stupenda e con i giovani guerrieri siamo andati nel bosco.
Nelle radure emergevano dalla bianca coltre solo cespugli di ginepro.
Quei cespugli ricordi della mia infanzia: erano colti per fare gli alberi di Natale, non si spendevano soldi per comprare gli abeti pure stando al limite del bosco.
Colti e addobbati di poche cose illuminavano il nostro Natale
Con le coccole i piccoli frutti si facevano gli arrosti e i rami venivano bruciati dopo Befana
Ricordo quel profumo come quelle coccole di nonna Diamante.
Le coccole
Chiamate così quei piccoli frutti assomiglianti alle uova, Koc, in gergo celtico e longobardo.
Le coccole chiamate anche così perché le coccole si fanno con la mano appena socchiusa come a tenere un uovo.

grazie Magda

Due albe dalle Alpi e dalla Padana


31 commenti:

  1. Grazie Andrea che per mano ci hai portato nel tuo bosco dove ancora oggi vive la magia del Natale. L' energia e la freschezza di ieri tornano a rinforzarci oggi. Sono doni senza scadenza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il passo nella neve è lento e il piede affonda come i ricordi affondano e il cercarli per riportarli a vivere. Non solo energia ma tenera nostalgia che scalda il cuore in questi giorni di gelo

      Elimina
  2. Risposte
    1. Grazie dell'apprezzamento per le foto del buongiorno della amiche.
      Un pensiero che mostra la bellezza della natura, gratis per giunta

      Elimina
  3. Belle atmosfere. E quel profumo di ginepro mi ha fatto andare ad altri tempi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alberto non il ginepro protetto, ma l'abete nel camino ogni tanto lo brucio e è una atmosfera elfica. A sera quando mi godo un po' divano due rami scoppiettanti non le faccio mancare nel fuoco

      Elimina
  4. Que lindo espetáculo ,recheado de tuas boas recordações.ADOREI! abração,chica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara ragazza la natura è tutto uno spettacolo. Fermarsi ammirare e chiudere gli occhi, ecco così interiorizza il silenzio della creazione

      Elimina
  5. Bellissimi i tuoi ricordi Andrea, immaginavo di camminare come faccio tra le mie pere. Grazie Ciao e buon tutto
    Magda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Magda e alla tua sensibilità nel fotografare e farmi partecipe. Le mie albe sono pregne di lavoro e spesso mi distoglie dal mio fare il fuggiasco andare di un capriolo

      Elimina
  6. Foto e ricordi splendidi. Lontani dal nostro vivere cittadino. E' un piacere leggerti e rilassarsi tra sapori antichi e spesso sconosciuti..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il pepe era cosa lontana e il fare della tradizione portava ad usare spezie locali. Ti auguri di farti una bella teglia di rosticciana patate e bacche di ginepro, l'amaro è determinate come il profumo.

      Elimina
    2. La rosticciana, noi cittadini la facciamo con la friggitrice a vapore, pensa un po' tu.. ahah.. mi manca un camino di quelli grezzi, manca un po' di calore anche umano..

      Elimina
    3. Franco anche il mio camino ha fatto passi avanti una volta sotto la cappa c'erano le sedute in pietra a destra e a sinistra il fuoco il centro
      Oggi una specie di stufa ad alta rendimento ha preso quel posto più piccolo, ma fa più calore ci sarebbe una storia da raccontare.
      La friggitrice non siamo in grado meglio allontanare La Brace metterci il treppiedi e la padella sopra come strutto allegria

      Elimina
  7. Merci Andrea de nous raconter tes beaux souvenirs pour la préparation de Noël. Tu as fait une belle marche dans la neige avec les bonnes senteurs du genièvre.
    Bon lundi après-midi avec mes amitiés

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bellissimo rotolarsi nella neve fresca e asciutta, non solo per i monelli ma anche per i nonni. La libertà di sciare sapendo che la neve è anche un infinito cuscino.

      Elimina
  8. Belle foto è una vita piena......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vita piena si, senza risparmiarsi con la neve farinosa che non rimane attaccata. Le albe hanno di perse un fascino e se accompagnate de un buongiorno....

      Elimina
  9. Ricordi indimenticabili, nelle preziose essenze del bosco...
    Molto belle le immagini
    Un caro saluto,silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Silvia non posso parlare di passeggiate in città tra vetrine e passanti. Un mondo lontano il tuo di Roma, ma godiamo ogniuno di noi del proprio ambiente

      Elimina
  10. Non sapevo che i piccoli frutti di chiamavano coccole..con te prof non si finisce mai di imparare e non sapevo dei profumi dei rami bruciati..quante piccole accortezze se ne vanno piano con i nostri nonni..il "mio bosco" è tutto coperto e lascia poco alla vista.. saranno poco più di 40 cm di neve..è meravigliosa la montagna in tutte le stagioni..
    Buona serata prof

    RispondiElimina
  11. Cara Ness1, so il fetore degli ingorghi automobilisti. Spesso prima di accostare alla bocca accosto al naso. Anche l'onestà ha il suo profumo come la sincerità. L amicizia poi è di profumo esilerante.

    RispondiElimina
  12. Che belle queste foto.
    Per me le coccole sono le effusioni che scambio con mio figlio.
    Buonanotte

    RispondiElimina
  13. Ciao Claudia, giornate pesantissime queste è le coccole me le fate voi venendomi a leggere e commentare
    Grazie
    Nitte

    RispondiElimina
  14. Bei ricordi !! Chissà che profumo quei rami di ginepro bruciati sul fuoco, dopo la Befana!! E anche gli arrosti...che profumino !! Saluti cari.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Porti un nik che è una provocazione x un montanaro. Piccola bacca nera come Calimero ma pieno di amore. Profumi di sincerità e nn è poco

      Elimina
  15. Risposte
    1. Kinga la fantasia c'entra poco, è la cronaca di un pomeriggio
      Abbi cura di te

      Elimina
  16. Ma che bella passeggiata e stupende albe!!
    Un abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno di sole
      L'Italia é di mille colori come la tua terra dall'alba al tramonto

      Elimina
  17. Voltando, vim avisar que acaba de entrar céu teu por lá! Obrigadão! abraços, chica
    http://ceuepalavras.blogspot.com/

    RispondiElimina