mercoledì 25 maggio 2022

Nn ti dimenticherò

 Ci ha lasciato Zara

L'ultima di una famiglia importante della borgata forse una che è rimasta sempre qui. 

Gli altri si sono spostati per necessità di lavoro in Svizzera Francia Germania Canada Sud America

La Zara è rimasta sempre qui. 

Il castagneto intorno a casa l'ha trasformato nel tempo in un giardino ricco di numerose essenze anche esotiche. 

In questa stagione sono in fioritura azalee, camelie e rododendri mentre i castagni sono con tenere foglie. 

Zara ha lasciato un'eredità favolosa piante addirittura quasi centenari che arricchiscono quel luogo: uno spettacolo posarci gli occhi  

In foto un angolo con una azalea rosa acceso, un rododendro rosa scuro, un'altra azalea rosa chiara e dietro un azalea bianca e qualche fusto di castagno anche quello forse più che centenario. 


26 commenti:

  1. Ha scelto di andarsene mentre i suoi amati fiori sono esplosi come fuochi d'artificio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 87 anni e fino all'ultimo con la zappetta in mano Poi svelta svelta se n'è andata, spero che gli eredi non abbandoni tutto

      Elimina
  2. Riposi in pace! Speriamo che gli eredi continuino a mantenere in vita e rigoglioso il giardino!

    RispondiElimina
  3. Buongiorno Katherine è uno spettacolo froreale fino a novembre con arbusti di rucantemi. Speriamo i due nipoti siano saggi e volenterosi, nn aveva figli.

    RispondiElimina
  4. Que cette personne repose en paix et souhaitons que de brave gens s'occupent avec amour de ces magnifiques fleurs.
    Bon jeudi Andrea, mes amitiés

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Denise il pensiero che abbiamo noi della borgata che questo giardino castagneto non venga abbandonato ma per adesso se ne stanno occupando con abbastanza impegno buon fine maggio

      Elimina
  5. Ha lasciato il suo cuore nelle piante, e il suo ricordo in quegli splendidi fiori. Abbiate cura di chi dovrà averne. Il minimo mi sembra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon pomeriggio Franco è un paradiso
      Il castagneto ha iniziato a fiorire a metà marzo il melo nano cotogno giapponese poi le camelie e ora sono le Gardenie le Azalee e il profumo dell'albero in fiore di agrifoglio
      Grazie Zara

      Elimina
  6. Mi dispiace ma spero che ci sia sempre qualcuno della borgata che si prenda cura di un tesoro così bello. Ciao Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In quel castagneto crescono dei porcini lasciati lì sfiorire come fiori spontanei. Segreti e guardati di soppiatto o destinati alla morte come dice l'usanza.
      Fungo guardato nn cresce più

      Elimina
  7. Risposte
    1. Ora insolita x un cittadino, Valeria a quell'ora si alzano i montanari e i fungai

      Elimina
    2. stamattina sveglia alle 5 perchè il boschi di mio papà sono dei tappeti e c'è chi se ne approfitta e ce li prende. Come le castagne sopra tutto i marroni. Tu sai quanta fatica ci vuole a tenere pulito un bosco. Io non vado nei boschi altrui, posso andare in alta montagna sotto i pini ma più in la. le foto le ho postate per farti un regalo, so che sei un fungaiolo DOC. Papà lo è. Io un po' meno, ma stamattina erano tutti vicini uno spettacolo che se li avessi visti ti si illuminavano gli occhi. Qui tutti li stanno trovando nei loro boschi. E' una gara a chi trova i più belli. Domani svegliati presto e vai sotto i castagni e poi mi fai sapere ciao

      Elimina
    3. Cara Valeria qui sono 4 settimane che non piove il terreno è talmente secco che con la fresa si fa un gran polverone
      Ieri sono sceso in un mio bosco a controllare il taglio fatto dagli albanesi C'è un cricchiolio di foglie che non promette nulla di buono
      Da noi fanno in modo particolare nella faggeta e più che incolta è più probabilità di trovarli anche grandi dove non vanno i turisti per caso spero che domani domani piova

      Elimina
  8. Stupendi fiori. Speriamo bene che i nipoti siano saggi come la zia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Marta
      Sono d'accordo con te sul discorso dei nipoti
      Vorrei farti i complimenti per una grandissima manualità che hai e per la scelta dei colori ti invitano a frugare nella borsa sono per coloro che mettono la propria cultura per la manualità

      Elimina
  9. Se dei fiori così belli si possano usare per descrivere l'animo di Zara, si può pensare che se n'è andata una persona con un animo molto bello, a colori e lucente. Che ci sia per lei un bellissimo e fiorito angolo di paradiso che l'accoglie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Rossella si un ânimo gentile e generoso. Una vita x il suo contorno casa e la borgata con dolci e spazio x il ballo estivo.
      Manca e mancherà

      Elimina
  10. Una preghiera per Zara
    Susanna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona sera Susanna
      Adesso sono in fiore le calle tutti giardini e orticello ne hanno ciuffi. Quelle di Zara so o nascosti dietro la siepe di piricanta anche lui in boccio

      Elimina
  11. Sono sicura che fosse una bella persona Zara, per il solo fatto che della sua vita abbia fatto un buon uso realizzando un giardino particolare. Una preghiera per lei. Spero che gli eredi mantengano il giardino come lo voleva lei i fiori sono parte della bellezza di questo mondo e coloro che se ne occupano e li curano fanno nel contempo un favore al mondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elfa è un castag eto fatato da fine gennaio con bucanevi a novembre con eucantemi. Tra poco fioriranno le ortensie rampicanti. Per adesso i nipoti se ne occupano e speriamo nella perseveranza

      Elimina
  12. Che bellissimo angolo fiorito !! Spero che ci sia chi continuerà a curare il giardino, come ha fatto Zara, con tanto impegno e buon gusto. Una preghiera in suo ricordo. Saluti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Mirtillo è il tempo delle calle da noi è un'esplosione di imbuti bianchi in oasi verdi dominati da fiorellini piccolissimi degli agrifogli che tra poco daranno Il bacche rosse
      buona giornata

      Elimina
  13. Con tanta bellezza intorno la signora Zara non credo abbia lasciato questo posto,neanche adesso.Vivrà nella vivacità dei colori,nella bellezza dei fiori nel ricordo affettuoso di voi che l'avete conosciuta e stimata.Gli alberi poi sono un proseguimento naturale della vita di chi li ha curati ed amati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caterina Hai proprio ragione I miei piantavano come faccio io un albero piccolo per ogni nuovo arrivo così io ho la mia Quercia mia sorella un castagno e mio fratello un faggio come ho un cipresso per mio nonno Guido......

      Elimina