giovedì 4 giugno 2020

Non si fa

lupino fiore

Piedi allungati e meritato riposo di seconda mattina.
Il Guido con un quei giocattoli mostruosi da strofinare lungo il muro.
- Guarda che serpolina!?!?
- No, è un millepiedi,… prova a contargli le zampette
Nel battito di una ciglia aveva già alzato il piede per…
- non si fa Guido, è una bestiolina di Dio, se c’è è perché serve anche a noi.
Anch’io ho impiegato del tempo per lasciare vivo chi con me vive la propria avventura di vita.



martedì 26 maggio 2020

Mai zitto

C



non è la pubblicità di un’acqua minerale e non è un passerotto ma Tutino,
 il Lapaio o meglio l’apicoltore. Anni fa si presentò come il Lapaio e da quel lontano fine maggio arriva col suo camion carico di alveari tutti colorati ogni anno.
Dalle sue parti la fioritura è già terminata abita in basso vicino a Montepulciano e così emigra con le sue api.
Il primo miele: il mille fiori nei suoi campi e vigne, poi acacie da me come per il  tiglio, castagni e in fine fiori di abete e pino, così da maggio a fine agosto in giro sugli Appennini vicino a casa mia.
Simpatico ma non sta mai zitto, forse perché sta troppo solo e quando trova compagnia recupera il tempo del suo silenzio.


mercoledì 20 maggio 2020

C’hanno liberato… DHE


Così Ottavio mi ha salutato stamani
Già alle 9 erano, qui moglie e marito, Livornesi che hanno la casa poco più in là di casa mia.
Era da capodanno che non si vedeva
 - sto vicino al porto e da casa mia si vedono i 4 mori DHE
monumento principe di Livorno e alla  domanda di tempo fa se i quattro mostravano solo il lato B mi rispondeva  
 - Non sono mica uno che fa commercio di dietro e economia davanti DHE!?!?
 - per me possono anche mettergli le mutande
L’Annamaria
 - oggi calciucco vieni col piatto che ce n’è anche per te
 - Fammi uno squillo che vengo con la scodella
Detto fra noi lo fa che è uno sballo.

venerdì 8 maggio 2020

Vita quotidiana





-      ma hai rigovernato?
 l'ho vista uscire di corsa dalla cucina
Il fioraio dall’altoparlante urlava:
-  come lò!!! come lo!!!
 Rosina veni al basso è arrivato il Fiorellò!!!


Così non so a che punto è la cucina ma il fioraio ha toccato 5 fiori e 3 gerani rampicanti
Le novità però è che Attilio è tornato dalla Lituania con una bionda mozzafiato
 Anche Modesto di 94 anni si è fatta vedere tre volte in piazzetta
com'è bello essere maschi




giovedì 30 aprile 2020

Quando siamo maghi



Troppo vecchio quel melo per sperare di salvarlo e così ho deciso di prendere una mazza fresca e chiedere a Venanzio se poteva innestare su una madre nuova quelle quattro gemme.
4 anni fa l’innesto e l’attesa, 4 spacchi e 4 sghegge infilate con maestria in 3centimetri di tronco novello.
Li ho visti germogliare crescere e potare per la prima volta come per la seconda e in questa primavera le quattro sghegge sono un melo tutto un fiore.
Una varietà strana forse unica portata dal nonno dalla Corsica quando i montanari lasciavano i miei monti e andavano in Maremma. I miei andavano in Corsica a far traversine dei treni con i lecci e carbone. Partivano a metà novembre e tornavano a metà aprile spesso per la Pasqua e con se portavano mazze da innestare come semi di fagioli e ceci
Genovese quel melo  perché dove aveva preso la mazza da innestare lo chiamavano melo Genovese

giovedì 16 aprile 2020

il cuculo e il calenzolo


Sono arrivate le rondini da un paio di settimane ma del canto del cuculo ancora nulla e allora …
Sapete che il cuculo non nidifica e depone il suo uovo nel nido di altri.
Pensavo che la merla fosse colei che portasse alla cova e allo svezzamento il piccolo cuculo invece la merla spesso si sdegna e abbandona tutta la covata.
Così l’approfittatore scartata la  Ghiandaia carnivora ha trovato nel calenzolo l’amico a cui affidare il solo suo uovo.
Dicono poi che il calenzolo è un uccelletto ambizioso e stupido e quando si trova il grosso uovo del cuculo butta le proprie e si cura dell’intruso.




sabato 11 aprile 2020

sia festa



Buona Santa Pasqua di Resurrezione per voi che passate da qua sia una giornata serena è piena di intimità che incoraggi il vostro essere perché siete sono convinto anime forti